La donazione

    La donazione di sangue è l'azione di un singolo individuo, agente volontariamente in maniera spontanea o concordata, finalizzata al privarsi di una determinata quantità del proprio sangue o di suoi componenti, affinché venga utilizzata per scopi medici.

    E’ dettata da puro spirito di solidarietà, è esclusivamente a titolo gratuito.

    La quantità di sangue prelevato e le modalità possono variare. La raccolta può essere fatta per semplice deflusso dopo puntura venosa, o grazie ad attrezzature automatizzate che prelevano solo specifiche porzioni del sangue in aferesi (plasmaferesi, plasmapiastrinoaferesi, eritropiastrinoaferesi, ecc...).
    La maggior parte dei componenti del sangue utilizzato per le trasfusioni hanno una vita breve e il mantenimento di una fornitura costante è un problema persistente.


    Trattamento del sangue
    Prima di qualsiasi utilizzo, i campioni di sangue prelevati contestualmente alla donazione vengono analizzati in laboratorio per verificare il gruppo sanguigno ed escludere la trasmissione di malattie infettive trasmissibili, tramite opportuni esami di laboratorio. 
    Dopo ogni donazione, il donatore riceve il risultato delle analisi.
    Generalmente le unità di Sangue Intero vengono in seguito sottoposte a "frazionamento" per ottenere globuli rossi, plasma e buffy-coat (quest'ultimo, composto prevalentemente da leucociti e piastrine, viene sottoposto ad ulteriore lavorazione per la preparazione di Concentrati Piastrinici)
    Ciascuno degli emocomponenti ottenuti ha precise indicazioni terapeutiche e può essere utilizzato in svariati campi medici e chirurgici, tra i quali la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci, anemie, emorragie, malattie emorragiche, ustioni, tumori del fegato, anemia mediterranea, emofilia A e B, operazioni di primo soccorso, in particolare incidenti stradali, trapianti di organi ed altro ancora.

    Le donazioni possono essere di tipologie diverse

    • Sangue intero;
    • Plasma (Plasmaferesi);
    • Piastrine (Piastrinoaferesi);
    •  Donazione multipla di emocomponenti.

    Condividi su